I vostri commenti rendono più vivo questo mio piccolo spazio e mi incoraggiano a provare sempre di più!!!

domenica 10 novembre 2013

Crostata con crema al limone

Spulciando tra le foto dei piatti creati ma non pubblicati ho trovato questa...l'ho fatta a Pasqua e , come tutte le mie crostate devo dire, è andata letteralmente spazzolata.

In realta la crema è di una torta la cui ricetta è di mia suocera, io ho preso solo la crema che è profumatissima. Ve la lascio così il profumo dei limoni riporta la mente al sole mentre qua piove a dirotto e tira un'arietta decisamnete freschina.



Pasta frolla:
300 gr di farina
100 gr di zucchero
150 di burro
2 tuorli e 1 uovo intero
1 bst di vanillina
1 cucchiaino di lievito
sale

crema:
250 gr di ricotta
50 gr di zuccherola scorza di 3 limoni
2 tuorli + un albume montato a neve

Impastate la frolla mescolando tutti gli ingredienti, formate una palla e lasciate a riposare in frigo.

Intanto grattugiate la scorza ai tre limoni (solo il giallo mi raccomando), mescolatela alla ricotta zuccherata, aggiungete i tuorli d'uovo mescolando amalgamando bene. Per ultimo l'albume montato a neve mescolandolo delicatamente.

Stendete la frolla nella teglia per crostate tenedone da parte un po' per formare le striscioline. versatevi la crema e infornate a 180 gr circa per una mezz'oretta.
A presto.


lunedì 4 novembre 2013

Gnocchi al ragù

Sono tornata e stavolta dire per restare....si perchè quella fase di cui vi parlavo sembra passata e la voglia di fare e condividere e sperimentare che si era assopita direi che si è svegliata.
Ho di nuovo il piacere di cucinare e provare cose nuove, per me e per la mia famglia, per far provare sempre sapori nuovi ai miei bimbi e abituarli a mangiare di tutto!

Intanto la nostra famiglia si è allargata (niente fiocchi rosa o azzurri tranquilli) di una micetta carinissima rossa che Milena ha voluto chiamare Rosetta. E' arrivata ad agosto e ci siamo accorti che inieme a lei sotto a dei teli fuori c'erano anche 5 micetti. Adesso stiamo cercando di far adottare i mici ma lei rimane con noi. Si è già istallata in casa senza problemi e i bimbi le vogliono un gran bene :-)

ma tornando all'argomento principale del blog...ieri gnocchi! E devo dirla tutta? sono venuti proprio buoni assieme ad un ragù davvero saporito..Milena e mio marito hanno fatto il bis, per me è la prova migliore.



Iniziamo dal ragù:
500 gr di carne macinata di manzo
1 cipolla
1 gambo di sedano
2 carote
olio evo
sale
rosmarino
pepe (facoltativo)
 passata di pomodoro
vino bianco

Rosolare cipolla sedano e carota nell'olio evo (un paio di cucchiai) in un tegame, renderli appena dorati. Aggiungere la carne e rosolarla a fuoco vivo mescolando per non farla bruciare. Sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare.
Una volta evaporato il vino aggiungere il pomodoro (io avevo quella fatta in casa di mia suocera, circa 2 barattoli), sale, rosmarino secco cucchiaino, e una macinatina di pepe. Aggiungere 2 bicchieri d'acqua e lasciar cuocere un paio d'ore (eventualemente aggiungere un goccino d'acqua se asciuga troppo.

Intanto mettere a lessare le patate: 5-6 medie. Una volta cotte sbucciarle e schiacciarle con lo schiaccia patate, salare (non lesinate troppo il sale), lasciate intiepidire mescolando e poi aggiungete un uovo. A questo punto aggiungete farina tanta quanta ne serve per avere un impasto che non s'appiccica alle mani ed è un po sodo e lavoratelo bene sul piano di lavoro.
Ricavate dei rotolini e tagliate gli gnocchi della grandezza che volete ma possibilmente tutti uguali: ieri mi ha aiutato la mia piccola apprendista ed erano un po'.....ehm.......irregolari diciamo :-D!

Mettete a bollire l'acqua salata e cuocete: appena galleggiano sono pronti da condire con ragù e un po' di parmigiano. Buon appetito!

lunedì 29 luglio 2013

Insalata d'orzo

Eccomi di nuovo qui amici blogger...chissà se ritroverò ncora qualcuno di voi in questo mio piccolo spazio. Sono rimasta in silenzio per tanto tempo, neanche aprivo la pagina.
Sono successe tante cose: io da poco prima di Pasqua ho avuto tutto un susseguirsi di malesseri che i hanno costretto a mille accertameti per escludere che ci fosse anche qualcosa di serio. In questa fase ero molto molto stanca sia fisicamente che mentalmente. Mi pesava fare qualsiasi cosa, anche cucinare che per me è un piacere di solito. Fortunatamente tutti gli esami hanno avuto esito negativo e la conclusione è che fossi molto giù e questo mi faceva essere più debole verso piccoli malanni che mi buttavano ancora più giù. Insomma un cane che si morde la coda. Poi a luglio sono stata bloccata 2 settimane perchè una pentola malefica (di quelle a fondo spesso, bella pesante) mi è caduta su un piede causandomi un crepa più che una frattura ma la terapia è sempre la stessa: riposo. Adesso sento ancora un po' i postumi ma sono rinata dopo 15 giorni di ferie con la mia famiglia: 7 di mare e 7 di "famiglia". Al mare ci siamo molto divertiti, i bimbi sono uno spasso. A casa, pur facendo mille piccole incombene domestiche, eravamo quello che siamo molto di rado per lavoro, impegni e fretta: una famiglia insieme! Sono rinata, ho messo su un kg, mi sento bene....
Tuttavia mi rendo conto che sono in una fase in cui le priorità sono altre: i bambini, piccole cose per loro (sto ricamando un cuscino per la piccola con un disegno scelto da lei), la spesa con lei e un bagnetto giocoso con lui.... so che mi capirete, se passo di qua di tanto in tanto oppure spesso...chissà...
Intanto vi lascio questa insalata d'orzo che hanno molto gradito semplice e gustosa.

per 4 persone:
300 gr di orzo perlato
2 zucchine medie
2 scatolette di tonno
2 pomodori maturi
peperoni in agrodolce Zuccato

Tagliate la zucchina a cubetti e fatela rosolare in padella con un filo d'olio d'oliva. Lasciatela un po' soda.
Tagliate a pezzettini piccoli i pomodori e metteteli in una ciotola con il tonno sgocciolato.
Preparate tagliate a listarelle i peperoni in agrodolce che daranno quel tocco in più a questa meravigliosa insalata.

Lessate l'orzo in acqua bollente salata dopo averlo ben sciacquato. scolatelo e conditelo con quanto preparato.
Servitelo freddo o anche tiepido. buonissimo!

martedì 14 maggio 2013

Farro con fagiolini e olive

Adesso che inizia la bella stagione (bella...beh insomma, si fa per dire...la mia cucciola ha 38 e passa di febbre da sabato...) adoro preparare il farro e l'orzo in alternativa alla pasta o al riso percjè intanto posso prepararlo per tempo ed è buonissimo anche freddo (dipende dal condimento ovvio) o scaldato un attimo al microonde. E poi perchè limitarsi alla pasta e al riso quando le abbinate sono infinite?

Stasera non avevo molto tempo ma a giudicare dalla pirofila ripulita direi che l risultato è stato molto gradito.

Per 4 persone:
260 gr di farro perlato
fagiolini freschi (o surgelati se proprio non li avete)
un porro
olio evo
sale
un barattolino piccolo di passata di pomodoro
olive nere Zuccato
una spolveratina di pepe

Intanto per renderlo meno forte (i miei due piccoli commensali avrebbero potuto non gradire) ho sbollentato un po' il porro e poi tagliato a striscioline. Se non avete bimbi mettetelo direttamente in un tegame con l'olio evo e fatelo rosolare un pochino. Aggiungete i fagiolini puliti e tagliati a pezzetti piccoli. Fate cuocere qualche minuto poi versate la passata. Aggiustate di sale e fate cuocere a fuoco basso, aggiungendo se necessario qualche goccina d'acqua. A tre quarti cottura aggiungete le olive nere Zuccato tagliate a metà. Mescolate bene, una spolveratina di pepe e completate la cottura fino a che i fagiolini non sono pronti.

Lessate il farro dopo averlo ben sciacquato e scolatelo. Conditelo con il sughetto preparato e servite subito se lo preferite caldo.

lunedì 13 maggio 2013

Al bollito, un tocco in più...

Il sabato pomeriggio in linea generale è impegnato da mille cose tra cui il bagnetto ai miei due cuccioli che impegna, tra bagno, gioco, bagno mio con intarttenimento del piccolo prima che mi svuoti tutte le ante del mobile, una buona ora e mezza.......
Ho necessità quindi di preparare o prima o che si cuocia mentre siamo ammollo :-)
Di solito brodo e quindi bollito, oppure delle zuppe quando fa più freddo, insalata di riso o di pasta in estate.
 Sabato ho deciso di dare un tocco in più: il Kren di Zuccato, adattissimo per accompagnare carni bollite.

Ho preparato il brodo di carne (ognuno ha la sua personale ricetta, io seguo quella della mia mamma):
un pezzo di carne di manzo
un gambo di sedano,
una cipolla
una carota
una patata
sale

Ho poi bollito a parte:
2 patate,

2 carote
1 finocchio
dei fagiolini

Il tutto l'ho accompagnato con il buonissimo Kren della Zuccato. Devo dire che molto spesso il kren in barattolo è reso più appetibile diciamo, questo mantiene davvero il sapore originale del kren... l'avete mai assaggiato quello appena grattugiato? (anzi l'avete mai grattugiato??). IO si, entrambe le cose e devo dire che grattugiarlo è un'esperienza che non si dimentica, specialmente gli occhi che non smettevano più di lacrimare :-)) ehehehehehe

Mio marito ha gradito moltissimo: provatelo, merita davvero..

domenica 12 maggio 2013

Bavarese alle fragole


Le fragole qui la fanno da padrone..... e per festeggiare il compleanno di mio cognato mi è sembrato carino utilizzare questo frutto di stagione che piace a tutti.


Base:
pan di spagna (2 uova, 75 gr di zucchero, 75 gr di farina, 1 bst di vanillina) per una base da 26 cm

bavarese:
400 gr di fragole
300 ml di panna da montare
12 gr di colla di pesce
60 gr di zucchero
1 cucchiaio di zucchero a velo
125 ml di latte

gelatina:
250 gr di fragole frullate
4-5 gr di colla di pesce
50 ml di acqua

Preparare il pan di spagna come indicato qui e lasciararlo raffreddare.
Frullare le fragole con 60 gr di zucchero. Mettere a bagno la colla di pesce in acqua fredda. Scaldare il latte e appena bolle, strizzare la colla di pesce e scioglierla nel latte caldo (pochi secondi).
Lasciate raffreddare il composto. Intanto montate a neve ben ferma la panna con un cucchiaio di zucchero a velo, incorporatevi delicatamente il composto di fragole e amalgamate bene. Posizionate il pan di pan di spagna su un piatto da portatae e mettetevi attorno il cerchio di una tortiera da 24 cm o se l'avete l'apposito anello. versate la bavarese e livellatela bene. Lasciate solidificare per alcune ore in frigorifero.
Frullate poi le fragole per la gelatina e incorporate la colla di pesce sciolata nell'acqua con lo stesso procedimento scritto sopra.
Quando il composto è raffreddato versatelo sulla bavarese, decorando come più vi piace. tenere in frigo per alcune ore e togliere dal frigo al mometo di servire.


martedì 7 maggio 2013

Focaccia di patate e olive nere

A casa mia sabato pomeriggio ha fatto il suo ingresso un meraviglioso aiutante e adesso li sopra al mio ripiano della cucina, splende lucido: il mio Kenwood KMM040...e io non potrei essere piu felice! Riprenderò a fare impasti lievitati, focacce, e tutte quelle cose che avevo accantonato perchè con i bimbi non riesco...
E ieri pomeriggio mi sono subito messa all'opera.

Impasta benissimo, una soddisfazione!


400 gr di farina
200 gr di patate
20 gr di lievito di birra
mezza tazza di acqua (scarsa)
sale
2 cucchiai di olio
olive nere denocciolate Zuccato

Lessare le patate e schiacciarle. Versarle nella planetaria con la farina il lievito sciolto nell'acqua e iniziare a mescolare. Poi aggiungere due cucchiai di olio e il sale e lavorare ancora. L'impasto deve essere morbiso e non appiccicoso.
Stendere su una teglia leggermente unta d'olio e lasciar lievitare per due orette.
Trascorso questo tempo sgocciolare le olive e cospargervi la focaccia premendole leggermente.
Infornate a 190°C per 25-30 minuti.
Buonissima mangiata ancora calda....
Ne ho tantissime ricette da provare, adesso non ho più scuse :-)
alla prossima

lunedì 29 aprile 2013

Torta al cioccolato

Non so voi ma io di questo tempo ballerino non ne posso più..... un giorno c'illude che la primavera sia qui e il giorno dopo ti alzi e piove....ma tanto tanto!!! Uffff. Sarà per quello che, complice qualche problemino di salute ancora da identificare, sono cioccolato dipendente....almeno una volta al giorno devo mangiare qualcosa che contenga questo insuperabile anti-depressivo!

Così domenica mattina, dovendo smaltire una ricotta e un po' di cioccolata delle uova pasquali (12!!!!!), ho deciso di impastare un dolcetto. Ma poteva andare tutto liscio? certo che no, ci mancherebbe! La ricotta, nonostante non fosse neppure in scadenza, a causa della confezione difettosa, era passata a miglior vita! Ho apportato qualche modifica e devo dire che il risulatato è stato delizioso!


3 uova,
300 gr di farina
150 gr di zucchero
200 ml di panna vegetale non zuccherata
1 bustina di lievito vanigliato

150 gr di cioccolato fondente

Montare gli albumi a neve. In un'altra ciotola, montare i tuorli con lo zucchero finche diventano belle spumose, aggiungere la panna, la farina setacciata e miscelata con il lievito,il cioccolato sciolto (mescolate bene dopo aver aggiunto ogni ingrediente, se l'impasto viene molto denso potete aggiungere qualche cucchiaio di latte). Per ultimi gli albumi montati a neve.

Infornate a 170 gr per 40-45 minuti (prova stecchino ovviamente).
Morbidissima e gustosa!

domenica 28 aprile 2013

Torta delice alle fragole

Sono già passati un po' di giorni ma la mia tortina di compleanno ve la posto lo stesso...In questo periodo non resisito a dolcetti con le fragole, i mei bimbi le adorano e ne mangerebbero continuamente.

Sono anche in un periodo, ciocco-dipendente e volevo qualcosa di cioccolatoso......ed ecco l'idea: la torta delice (che tutti in famiglia adorano!) con aggiunta di fragole fresche.


Ingredienti:
una base di pan di spagna al cacao (qui la ricetta completa, io ho usato però 5 uova)
un dose di crema al latte di Nanny (qui)
bagna al latte
400 gr di fragole a pezzetti zuccherate
per la copertura 150 gr di cioccolato fondente sciolto con 60 ml di latte.

Divorata!
Un bacione, buon inizio settimana a tutti!


giovedì 18 aprile 2013

Bruschettine alle olive

E' un periodaccio...ammettiamolo, sto uno straccio e oltre alle idee mi manca proprio la buona volontà.
Sto facendo parecchi controlli medici, per il mio sottopeso, perchè sono sempre malaticcia e un sacco di altre cose.. vedremo che esce.
Intanto in un altalena di emozioni tra ottimismo e pessimismo, paura o tranquillità, ho festeggiato il mio compleanno con tutta la famiglia. La mia cognatina mi ha portato un delizioso antipasto, ma io avevo il vasetto di olive Zuccato che mi guardava dalla credenza "ehiiii siamo quiiiiiiii...." potevo ignorarle? certo che no!
E allora, poco tempo ma un risultato eccellente!

Cipolla tritata
olio evo
pomodoro a pezzettoni
sale
olive nere Zuccato
Pane da bruschetta tostato e tagliato a pezzetti

Preparate la salsa di pomodoro, rosolando mezza cipolla con un po' d olio. Quando la salsa è quasi cotta, aggiungete un vasetto di olive nere magari tagliate a metà e lasciate insaporire.
Tostate il pane e tagliate a pezzetti: cospargete con il pomodoro e servite.
una tira l'altra....e se avanza sughetto, una deliziosa spaghettata!